Skip to content

UX e UI design: il decalogo definitivo

Ti è già capitato di atterrare su un sito e non riuscire a ricavare le informazioni o accedere alle funzionalità di cui avevi bisogno?
26.07.23
Tempo di lettura:

Ti è già capitato di atterrare su un sito e non riuscire a ricavare le informazioni o accedere alle funzionalità di cui avevi bisogno?

Questa situazione crea sempre molta frustrazione nell’utente, per questo noi designer e sviluppatori dobbiamo lavorare per evitarla già in sede di progettazione.

Chi naviga e utilizza software deve poter usufruire di una piattaforma funzionale, intuitiva e comoda.

Fortunatamente esistono dei principi che ci aiutano nella creazione di un prototipo.

A breve li vedremo assieme ma, prima di iniziare, creiamo il giusto contesto: le figure professionali che si occupano della creazione di prototipi di siti web sono due, UX e UI designer.

Lo User Experience Designer (UX) si occupa di comprendere le esigenze, i desideri e i comportamenti degli utenti con lo scopo di creare prodotti utili, usabili e piacevoli da utilizzare. Si occupa di analisi di dati, tramite interviste, questionari e ricerche di mercato.

Lo User Interface Designer (UI) si dedica all’aspetto visivo del prodotto, il suo obiettivo è creare un’interfaccia attraente, intuitiva e coerente, che consenta agli utenti di interagire con il sistema in modo efficiente e soddisfacente. Crea il prototipo ad alta fedeltà dell’applicazione o del sito web per testarne le funzionalità.

Su quali basi si appoggia il loro mestiere? Le euristiche di Nielsen sono i fondamentali da conoscere per ogni designer che voglia fare centro con il proprio lavoro.

Conosci già le euristiche di Nielsen?

Sono delle linee guida generali, utili per valutare il grado di usabilità di un prodotto, definite già negli anni ‘90 da Jakob Nielsen, pioniere e guru dell’usabilità, vero punto di riferimento per tutti i professionisti UX. Le euristiche sono un insieme di principi diventati un evergreen nel mondo dell’usabilità e un bravo UX Researcher ha il dovere di farle proprie. Da qui in poi te le spieghiamo una per una!

Euristica #1 Visibilità dello stato del sistema

Il sistema deve sempre tenere informato l’utente su cosa sta accadendo, fornendo un feedback puntuale e in tempi ragionevoli. Alcuni esempi sono la barra di upload che segnala la percentuale di caricamento di un file, oppure il messaggio di conferma quando si invia correttamente un form, o il link “parlante”, cioè che dice chiaramente dove si atterrerà cliccando.
Il messaggio “qualcosa è andato storto” non risponde correttamente alla prima euristica!

Euristica #2 Corrispondenza tra il sistema ed il mondo reale.

Il sistema deve parlare un linguaggio familiare all’utente, intuitivo e comprensibile. Può essere supportato da icone che aiutino a cogliere il significato della parola, perché le immagini hanno bisogno di un basso impegno cognitivo per essere riconosciute. Pensiamo all’esempio del carrello della spesa utilizzato negli shop online, è facilmente identificabile dall’acquirente che lo associa all’acquisto al supermercato.
È bene non andare a cercare un’icona stravagante per esprimere un concetto importante per la tua attività, il rischio di insuccesso è alto!

Euristica #3 Dare all’utenza controllo e libertà

L’utente deve avere sempre il controllo sull’interfaccia: avere la possibilità di annullare quello che sta facendo, uscire, cambiare pagina, aprire e chiudere informazioni ecc. È importante prevedere sempre Il bottone per tornare indietro, per permettere di lasciare la schermata attuale e spostarsi a quella precedente.
Quindi è meglio evitare di inserire elementi d’intralcio come pop up senza pulsante di chiusura!

Euristica #4 Consistenza e standard

L’interfaccia deve essere coerente con se stessa: mai cambiare le “regole” del sito tra una pagina e l’altra. Durante la navigazione l’utente deve sentirsi in un ambiente conosciuto, per questo gli elementi grafici riconoscibili (logo, layout grafico, font, icone e colori) devono essere sempre gli stessi sull’intera piattaforma. Questa regola vale anche per software e app. Mai usare termini diversi per la stessa azione, ad esempio scrivere Annulla in una pagina e Revoca in un’altra!

Euristica #5 Prevenzione dall’errore

Evita di creare problemi, la mamma te lo diceva sempre da piccolo!
Scherzi a parte, nella progettazione di un sito o di un software bisogna fare tutto il possibile per evitare che l’utente commetta errori durante l’uso che creino problemi difficili da risolvere.
Elimina equivochi nei messaggi di istruzioni o prevedi alert di avviso prima dell’invio di un form non compilato correttamente. Quante volte capita di trovare due pulsanti dal significato opposto troppo vicini tra loro? Oppure menu a tendina che non funzionano correttamente?

Euristica #6 Riconoscimento più che ricordo

La memoria può ingannare chiunque! L’interfaccia non deve essere progettata incrociando le dita e sperando che l’utente abbia conservato dei ricordi utili. Dev’essere studiata in modo da facilitare la consultazione delle informazioni sulle pagine, portando la persona a riconoscere un dato elemento. La funzione autocomplete che ci aiuta a scrivere una frase all’interno della barra di ricerca risponde a questa regola.

Euristica #7 Flessibilità ed efficienza

Gli utenti non sono tutti uguali, ci sono i più esperti e quelli che lo sono meno. Quando si progetta un sito o un software bisogna ragionare in termini di usabilità per tutte le persone. Quindi devono essere presenti scorciatoie per i più preparati o per chi ha già visitato la pagina in precedenza, la possibilità di eseguire azioni rapide e dev’essere chiaro fin da subito l’ordine gerarchico dei percorsi di navigazione, per permettere anche ai principianti di trovare tutte le info che cercano.

Euristica #8 Estetica e progettazione minimalista

Il mantra di Coco Chanel “Less is more” rientra anche nelle linee guida dei web designer e dei programmatori!
La soddisfazione estetica dell’utente non deve vincere sul contenuto: le pagine di un sito web dovrebbero dare risalto alle informazioni, evitando elementi irrilevanti o poco utili.
Per questo, ad esempio, si evita l’inserimento di immagini troppo grandi che tolgono spazio alla sostanza. Quando navighi hai bisogno di trovare ciò di cui hai bisogno, non di rimanere abbagliato dal contesto!

Euristica #9 Aiuto all’utente

Il nostro compito di designer è aiutare gli utenti a riconoscere, diagnosticare e uscire dalle situazioni di errore. Come? Per esempio con un feedback che suggerisce come risolvere il problema. L’importante è che il messaggio di errore sia scritto in un linguaggio comprensibile, che indichi in modo preciso il problema e proponga una soluzione!

Euristica #10 Documentazione

È importante che il sistema sia usabile senza le istruzioni ma ci dev’essere un manuale disponibile per chi avesse necessità o volesse approfondire. L’importante è preparare una documentazione pratica, focalizzata sui percorsi dell’utente e scritta in linguaggio comprensibile. Sono molto utili i suggerimenti che compaiono al passaggio del mouse o quei piccoli ? da cliccare per capirci qualcosa in più! Anche le classiche FAQ sono un ottimo esempio di documentazione. Però devono dare risposte chiare!

UX e UI hanno in comune una cosa, quella U iniziale che sta per USER → UTENTE.
Il focus sta tutto lì, nella persona che sta usufruendo di un prodotto e che deve essere nelle condizioni di vivere questa esperienza al meglio.
Uno Studio digitale come Nodopiano deve capire le esigenze e i comportamenti degli utenti che stanno oltre lo schermo, cos’è utile e importante per loro.
Come? Bisogna studiare, ascoltare, approfondire e testare.
Fallire e migliorare. Niente di nuovo e niente di più bello, proprio come succede in ogni aspetto della vita, anche quella meno digitale!

Condividi questo articolo per far conoscere a tutti le euristiche di Nielsen!
E, a dir la verità, ci è già venuto in mente qualcos’altro da raccontarti su questo argomento. Quindi, fai finta che nel titolo di questo articolo non ci sia scritta la parola definitivo, ok? Grazie!

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Iscriviti alla nostra newsletter!

Riceverai consigli e proposte per migliorare la tua impresa!

Condividi su
  • LaravelDay e VueDay, tra teoria e pratica
    Per i nostri dev è ormai un appuntamento fisso! 
    leggi tutto
  • Nuova energia creativa grazie a Play Copy 2023
    Anche la parte di copy ha bisogno di prendersi un momento per crescere
    leggi tutto
  • Bias cognitivi: nuove pillole utili
    Scopri fono in fondo dove la tua mente può raggirarti
    leggi tutto
  • I bias cognitivi: ostacoli per la mente e leve per il marketing
    Quanta fiducia dai alla tua mente? In questo articolo ti spigheremo che non è così…
    leggi tutto
  • UX e UI design: temi da approfondire
    Ecco la seconda parte del nostro approfondimento dedicato all'UX e UI design, buona lettura!
    leggi tutto
  • UX e UI design: il decalogo definitivo
    Ti è già capitato di atterrare su un sito e non riuscire a ricavare le…
    leggi tutto
  • Kayak, la nostra interfaccia open source per interagire con Docker
    Abbiamo progettato un software che fornisce un ambiente di sviluppo Wordpress in pochi minuti
    leggi tutto
  • Ordini Professionali e presenza digitale
    Un sito web è utile a ogni forma di organizzazione, non si tratta sempre e…
    leggi tutto
  • Progettare siti web per la pubblica amministrazione
    Progettare siti web per gli enti pubblici significa lavorare al massimo grado di efficienza per…
    leggi tutto
  • Comunicare la sostenibilità, quella vera
    Il greenwashing è un boomerang per le aziende che non hanno interesse ad evolvere. Noi…
    leggi tutto
  • Le migliori campagne di marketing del 2022, quelle di valore
    Abbiamo scelto 3 campagne di marketing che più ci sono piaciute (e hanno funzionato) nel…
    leggi tutto
  • Employer Branding: significato e vantaggi per le aziende
    L'Employer Branding è la strategia che definisce, gestisce e promuove l'immagine di un'azienda come luogo…
    leggi tutto
  • Vue Day e Laravel Day
    Impressioni e opinioni del Team Sviluppo su LaravelDay e VueDay 2022
    leggi tutto
  • Excel e Gestionali: i due software per la gestione aziendale
    Automatizzare e ottimizzare è fondamentale per gestire al meglio un'azienda. E grazie all'unione di Excel…
    leggi tutto
  • Le difficoltà nella ricerca di personale
    I fattori che stanno rendendo difficile per le aziende la ricerca di nuovo personale sono…
    leggi tutto
  • Comunicare i valori del bio in modo autentico
    L’esigenza è far comprendere al pubblico quanto impegno e quanta responsabilità ci siano alla base…
    leggi tutto
  • Il metodo Agile all’interno di Nodopiano
    Chi applica e prova l’Agile non torna più indietro. Vuoi sapere come siamo giunti a…
    leggi tutto
  • Web Marketing Festival 2022: il futuro è qui
    Diffusione delle competenze digitali, promozione di temi sociali, innovazione e spettacolo: ecco il nostro WMF!
    leggi tutto
  • GDPR e Nodopiano: (s)piegare le regole
    Il GDPR ha cambiato fortemente il modo di raccogliere e utilizzare i dati degli utenti…
    leggi tutto
  • Come si diventa sviluppatori?
    Cura, semplicità e diffidenza sono i 3 principi da seguire se si vuole diventare sviluppatori
    leggi tutto
  • Chi ha paura della pagina bianca?
    Lo spazio bianco non è un nemico, è l'alleato per rendere un progetto grafico davvero…
    leggi tutto
  • Web 3.0: una rete di opportunità
    Web 3.0, privacy e criptovalute Cosa ci riserva il futuro?
    leggi tutto
  • Top 3 campagne marketing 2021
    Quali sono le campagne che più abbiamo amato nel 2021?
    leggi tutto
  • Trend Graphic Design 2022
    Il 2022 sarà un anno di grande semplicità e minimalismo per il mondo del Graphic…
    leggi tutto
  • Le 4P del Marketing Mix
    “Il marketing mix è la combinazione delle variabili controllabili di marketing che l’impresa impiega al…
    leggi tutto
  • Accessibilità nel web: il nostro impegno
    La web accessibility consente di fornire contenuti e funzionalità fruibili a qualsiasi utente, senza discriminazione
    leggi tutto
  • LaravelDay 2021
    Impressioni e opinioni del Team Sviluppo sul LaravelDay 2021
    leggi tutto
  • Gestione dei progetti in home working
    Nell’ultimo anno abbiamo investito molte energie per strutturare il nostro project management
    leggi tutto
  • Font e caratteri tipografici: una scelta di stile
    Scegliere il font per un progetto è un modo per avvicinarsi al cliente e comunicare…
    leggi tutto
  • PWA vs APP native: tutto quello che devi sapere
    La PWA è il mix ideale tra un'app e un sito web, riunisce le migliori…
    leggi tutto
  • La creazione di una campagna di sensibilizzazione
    Come comunicare un messaggio: dal concept della campagna alla data visualization, passando per i social…
    leggi tutto
  • Rebranding: a cosa ti serve?
    Il tuo brand è riconoscibile tra tutti gli altri? Cosa lo differenzia in maniera inequivocabile…
    leggi tutto
  • Come creare tabelle HTML responsive in puro CSS
    Come mostrare le tabelle di dati nei dispositivi mobile?Un problema che tutti si ritrovano a…
    leggi tutto
  • Perchè NodoPiano?
    Cosa vuol dire nodopiano? O meglio, nodo piano? Ve lo spieghiamo in questo post in…
    leggi tutto
  • Personalizzare gli elenchi numerati con CSS
    Qualche dritta da developer in questo post ad alto contenuto tecnico. Elenchi numerati con CSS:…
    leggi tutto